Social

Passato il terremoto???noi eravamo a lavorare…e voi?

Il day after.

 

Un buon giorno a tutti, cari lettori e clienti.

Dopo il grande terremoto che ha sconvolto la nostra storica città e tutta la provincia dell’alto e basso ferrarese, abbiamo deciso di scrivere due righe su ciò che abbiamo vissuto, dato che, sia al sabato che la domenica eravamo impegnati con altrettanti matrimoni, proprio nelle zone colpite dal sisma.

Sabato eravamo impegnati in un matrimonio svoltosi per tutta la sua interezza in città.

Abbiamo incominciato a scattare le prime foto direttamente a casa della sposa nel centro storico di Ferrara, per congelare i momenti della meticolosa preparazione; il vestito, il trucco, l’acconciatura, il profumo, i fiori e tutti i dettagli che coronano i momenti precedenti all’uscita di casa con direzione “Chiesa”.

Con profonda sorpresa, ad attendere la sposa fuori di casa, c’era una splendida carrozza trainata da 2 meravigliosi cavalli bianchi con cocchiere ….semplicemente un sogno… Il sogno che tutte le spose vorrebbero vedersi avverare all’uscita di casa.

 

 

Non ci dilunghiamo nello svolgimento della cerimonia in Chiesa, perchè sarebbe poco originale, vi è dato sapere solamente che la Sposa ha detto “SI”.

Di seguito la festa si è trasferita presso l’Hotel Ripagrande in centro a Ferrara, dove abbiamo potuto godere delle prelibatezze ferraresi cucinate per noi dallo Shef dell’hotel.

Pubblichiamo solo due foto per il momento,il Tableu e del vino.

 

Il tutto si è svolto in modo ottimale, ma nel tardo pomeriggio all’uscita del locale, a rovinarci i bei momenti appena trascorsi,sono state le notizie del terribile attentato di Brindisi e della manifestazione a favore delle vittime che era già in  corso.

Ad ultimare la giornata, ci si è messo anche il terremoto, ma non un terremoto qualsiasi, un terremoto che da più di 500 anni non si ripeteva nelle nostre zone padane.

Una notte di terrore abbiamo passato…e proprio nel momento dove avremmo dovuto riposare, in merito al secondo appuntamento di domenica mattina.

Con molta agitazione ed ansia, e con un senso di paura misto alla morte di vittime già accertate, ci siamo immersi nel secondo matrimonio, proprio la mattina dopo il grande disastro.

Immaginate che voglia di fotografare..…..ma giustamente non si può rinviare una cosa del genere e così abbiamo cercato di mettere da parte (sposi ed invitati compresi) le ansie e le paure.

Cercando di muoverci per Ferrara, per trovare un angolo carino dove poter fare qualche fotografia, abbiamo constato che a causa degli innumerevoli crolli era molto complicato  districarci in mezzo a questa ragnatela di transenne e vigili, ma alla fine “The show must go on”.

 

Arrivati all’ agriturismo “La Sapienza”,il tempo è cambiato ed ha incominciato a piovere copiosamente, ma ciò nonostante i festeggiamenti hanno avuto un buon seguito.

A guastare per qualche istante il rinfresco è stata una nuova scossa di terremoto di 5.1 gradi alle ore 15:40 proprio durante il taglio della torta.

Vi lascio immaginare la paura negli occhi dei tanti bambini e di tutti gli invitati...infatti sotto gli ombrelli, siamo tutti quanti usciti al riparo….ecco...la frase è proprio singolare: “USCIRE AL RIPARO” , sembrerebbe un controsenso, ma in questo caso no.

Passati qualche minuti e smaltita la paura, abbiamo continuato a fotografare la festa di matrimonio, ammirando come i bambini si divertano quando si ritrovano tutti insieme a giocare…anche dopo una brutta scossa di assestamento….

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Belli i bimbi…bellissimi…lode alla loro ingenuità…forse, a volte dovremmo tutti imparare qualche cosa da loro…

 

By…

Pier Fotografo di matrimonio.