Social

Diffidate dei fotografi di matrimoni abusivi

Buon martedì a tutti i nostri clienti.

Pubblichiamo questo articolo in merito ad un ricerca di fotografi o presunti tali effettuata sul web…“fotografi abusivi”.

“Articolo basato su fatti realmente accaduti e documentati”.

In una realtà piccola come la città e la provincia di Ferrara, oramai, i fotografi professionisti con regolare licenza ed iscrizione al registro delle imprese si conoscono un pò tutti e tra tutti vige il rispetto e la lealtà professionale.

Restringendo il campo di ricerca ai servizi fotografici matrimoniali e in studio, vi sarà capitato certamente di imbattervi in prezzi esageratamente bassi, tali da far sorgere a chiunque non pochi dubbi.

Alcuni esempi sono:

  • la qualità del prodotto finito e del servizio,
  • la disponibilità con sovrapprezzi su orari di lavorazione (dopo il taglio della torta dovete pagare un surplus),
  • la consegna del prodotto finito in tempi biblici
  • lo smarrimento dei file o negativi.

Questi sono solo alcuni esempi di facile interpretazione, ma andando più in fondo vengono alla luce le vere problematiche:

  • sicuramente il prezzo molto basso è dato dall’assenza di IVA
  • il fotografo non ha regolare permesso di esercitare la professione in mancanza di PIVA
  • spesso la coppia viene accolta non in negozio o in studio, ma in un appartamento privato o luogo pubblico.

Tutto questo porta alla possibilità che il vostro fotografo durante la funzione venga prelevato dalla Guardia di Finanza, lasciandovi in un tremendo imbarazzo.

La ricerca ha dato questi risultati in merito alle centinaia di siti internet che raggruppano fotografi regolari e fotografi abusivi, apparentemente tutti sullo stesso piano ma in realtà no, dato che l’iscrizione e la pubblicazione su questi siti è gratuita o di poco costo.

Quindi, quando scegliete il vostro fotografo fate sempre alcune domande preliminari (il servizio è con o senza IVA, lei è regolare o abusivo) e siate coscienti del rischio.